Franco Bruno Vitolo comitato scientifico | Movimento Maric - Recupero identità culturali | Movimento Maric

Vai ai contenuti

Menu principale:

Artisti






Franco Bruno Vitolo


Gli argomenti di questo capitolo sono stati trattati da Franco bruno Vitolo, che delle vicende culturali di Cava non è solo spettatore, ma anche attore. Pertanto è giusto riportare anche il suo curriculum personale.

Franco Bruno Vitolo, nato a Cava nel 1949, docente di Lettere in pensione, svolge tuttora per hobby attività giornalistica, di editing, di critica letteraria ed artistica, di promozione culturale sul territorio a vari livelli.
Nell’ambito della scrittura, ha curato, con Teresa Avallone e Federica Clarizia, la pubblicazione de Gli anni rubati - Le memorie di Settimia Spizzichino, reduce da Auschwitz (Comune di Cava de’ Tirreni, Prima Edizione 1996).  Sullo stesso tema ha scritto: Cioccolato ad Auschwitz - Studenti nel lager con la reduce Settimia (Napoli, Simone, 2004), diario romanzato di un viaggio realmente effettuato con la Spizzichino ed altri reduci ed ebrei romani: il testo è adattato per le scuole con integrazioni ed un eserciziario.
Per la scuola ha scritto, tra gli altri, il dizionario Il Vocabolatino – parole, forme, etimologie (Ellepiesse 2010) e Papà Latino (manuale di Latino per la Scuola Media – Ellepiesse 2007), entrambi in collaborazione con Anna Somma.
Al suo attivo numerose pubblicazioni, o curatele, relative a Cava, alla sua storia, ai suoi personaggi. Tra queste, il poemetto in lingua napoletana ‘A gliannola nera sulla peste del 1656, i volumi Cava a colori (2001) e Scattando per Cava (2005), con Fortunato Palumbo e gli studenti del Liceo "Genoino", Le strade di Cava (2013, Ed. Area Blu) con Salvatore Fasano, Daniele Fasano, Beatrice Sparano, Lara Adinolfi), a cui aggiungere almeno la cura, in collaborazione con Anna Maria Morgera, di Oltre la tenda – Come ho imparato a convivere con la SLA, di Lolita D’Arienzo (la ballerina immobilizzata dalla SLA che muove solo le ciglia ed ha scritto quattro libri), il lavoro di editing di Anche Dio lavora… e noi non gli paghiamo i contributi (di Antonio Armenante, 2014, Area Blu ed.) e di Fili, di Teresa D’Amico (Ed. Il quaderno).
Tra le altre pubblicazioni, da ricordare la cura del Catalogo di Pittura di Elena Ostrica (2014), la redazione di testi e comunicati per l’artista Vincenzo Vavuso (tra cui quelli del catalogo L’oro de "La Città") e, in collaborazione con Emanuela Rigamonti, la scrittura di Verso Antonello, viaggio nei testi poetici di Antonello Venditti (Bastogi, 2006): Nonno Zecchino ed i testi dello Zecchino d’oro (2013, sul web).
Negli ultimi anni ha collaborato con giornali e televisioni locali (tra gli altri, il Castello, Cavanotizie.it, Vivimedia.eu, Quarta Rete TV, La TV di Cava) ed è stato protagonista nell’ organizzazione e nella giuria di manifestazioni importanti, come il Premio Badia, il Premio Mamma Lucia alle Donne Coraggio, i Concorsi Letterari Maria SS. Dell’Olmo, La Piazzetta, Sant’Alfonso. È Presidente dell’Associazione VersoCava, con cui, tra l’altro, ha pubblicato nel 2005 la raccolta di poesie "Famiglia amara, famiglia cara" (Terra del Sole ed.).

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu